ciclismo news

IL CRITERIUM STRADA ARRIVA AI PRATONI DEL VIVARO

Want create site? Find Free WordPress Themes and plugins.

Un finale di stagione molto impegnativo quello disegnato dal patron del Criterium di Primavera, Enzo Martino in collaborazione con Roberto Di Giamberardino ai Pratoni del Vivaro. Un impegno preso con il compianto sindaco di Rocca di Papa, Emanuele Crestini, che andava onorato nel migliore dei modi possibili nonostante i problemi creati dal maltempo della scorsa settimana lungo la parte finale del percorso che hanno portato anche al cambiamento del posizionamento del traguardo per renderlo quanto più sicuro possibile.

 

Un grandissimo lavoro fatto durante tutta la settimana da Roberto & company, che armati di sacchetti di asfalto, scopa e pala si sono impegnati nel riparare quante più buche possibili e tirar via il brecciolino in eccesso. Una settimana molto impegnativa che si è conclusa solo alle prime luci dell’alba del giorno di gara.

Ore 6.30 il sole sorge sui Pratoni e ci regala uno spettacolare inizio di giornata, giusto il tempo degli ultimi ritocchi e delle ultime verifiche che presso i parcheggi della struttura FISE arrivano le prime auto degli atleti che, di li a poco, si daranno battaglia sul percorso di gara.

Ore 7.45 Maurizio Aramini guida il giro di ricognizione degli “angeli in moto”, Angelo Paulotto, Fulvio Turriziani, Mauro Iralli, Daniele Mantovani, che avranno il compito di scortare e vigilare gli atleti in gara. Nel mentre il personale Asa in servizio si posiziona lungo il percorso di gara sotto le indicazioni di Enzo Martino.

 

Ultimi imprevisti da affrontare ed intorno alle 9.20 tutto è pronto per iniziare il giro di ricognizione guidati dall’esperto Luciano Caucci e dal giudice Marco Paoluzzi.

 

Un piccolo ritardo per la foratura di Bruno Di Tolve, sempre reattivo durante le gare della stagione 2019 ma sfortunato nel non poter risolvere il problema tecnico che non gli permetterà di partire con gli altri. Non tantissimi gli atleti al via, ma tutti animanti da una grande passione e dalla voglia di mettersi in gioco ed affrontare paure e limiti lungo le salite e le discese di quella che sarà una gara molto impegnativa. Non conta il tempo di gara o il ritardo dal primo, conta esserci, conta mettersi in gioco, conta dare il meglio di se stessi, perché come nella vita, le salite impegnative sono quelle che ci permettono di toglierci grandi soddisfazioni.

 

La fuga decisiva è portata avanti dal treno dell’Usc Team Nardecchia capitanata da Cristian Nardecchia con a ruota due generosissimi compagni di “strada”, Angelo Mirtelli e Luisiano Cannizzaro che ci regaleranno un’emozionate arrivo all’insegna dell’amicizia sollevando le braccia al cielo tenendosi per mano dove passa in secondo piano l’ordine in cui le ruote tagliano il traguardo. Per i colori arancio blu a trionfare sarà Alessandro Menegon (Asd Anzio Bike) che ha dato prova di una grande condizione fisica cresciuta in questa parte finale di stagione che ha preceduto

Ed eccoli sfilare uno dopo l’altro tutti gli atleti in gara, distaccati ma mai sconfitti, stanchi ma mai rassegnati, trionfanti avendo dato fondo a tutte le energie nella testa e nelle gambe. A chiudere la gara le 2 ambulanze della Geira Onlus e l’auto del fine corsa con a bordo il giudice Mario Giannoni. Attesi al traguardo da Maura Santarelli e Massimo Luci per chiudere la gara ed iniziare a stilare le classifiche di tappa, di criterium e di campionato regionale.

Nelle varie fasce a trionfare sono: Alessandro Menegon, Leano Colaceci, Emanuela Frattaroli per l’Anzio Bike, Aldo Perri portabandiera della sezione ciclismo dell’Università di Tor Vergata, Edmondo Belleggia del Team Bike Palombara Sabina, Cristian Nardecchia ed Angelo Mirtelli dell’usc Team Nardecchia e Massimo Costa della MB Lazio Ecoliri.

 

Ad aggiudicarsi il Criterium Strada 2019 nelle varie fasce sono: Christopher Francasi (Tutti in Sella), Aldo Perri (Università Tor Vergata), Leano Colaceci (Anzio Bike), Emanuela Frattaroli (Anzio Bike), Roberto Biondi (Team Castelli), Giuseppe Toma (Team Levante) e David Calabrò (Iron Bike).

I nuovi campioni regionali sono: Christopher Francasi (Csi Frosinone – Tutti in Sella cat. Elite Sport), Alessandro Menegon (Csi Latina – Anzio Bike cat. M2), Leano Colaceci (Csi Latina – Anzio Bike cat. M3), Igino Alviti (Csi Latina – Ciclistica Latina cat. M4), Roberto Biondi (Csi Latina – Team Castelli cat. M5), Nicola Biondi (Csi Latina – Team Castelli cat. M6), Aldo Perri (Csi Roma – Università Tor Vergata cat. M7) ed Emanuela Frattaroli (Csi Latina – Anzio Bike cat. W1). Restano non assegnate, come previsto dal regolamento, le categorie M1, M8 e W2 per l’assenza di atleti con almeno 3 gare in classifica.

 

Un ringraziamento per la buona riuscita dell’evento va a Corinna Maiutto, Pino Palmieri e a Mario Locicero. Tra una salita, una discesa, una curva impegnativa, oggi lo sport ci ha lasciato tanti spunti di condivisione e di crescita e tutta la nostra passione ed impegno lo dedichiamo all’Amico Riccardo Bannò (Guardie e Ladri) vittima di un’incidente lo scorso martedì a Terracina. 

 

Caro Riccardo per Te è iniziata una salita, quella nella Vita, molto impegnativa ma i Tuoi Amici su 2 ruote saranno al Tuo fianco e non vedono l’ora di riabbracciarti per condividere insieme giornate di festa e di sport come quella di oggi. 

Con affetto e stima Davide

 

Criterium Primavera classifiche 4° tappa CSI (fasce)

Criterium Primavera classifiche 4° tappa Enti diversi da CSI

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.